Dov’eravamo rimasti, vediamo… Stavamo parlando di cosa può trovarci d’interessante un agguerrito gamer nell’aggiunta super fashion di skin, assets e articoli custom ai suoi GDR preferiti.

Mai sentito parlare di personalizzazione?

Non è un fattore da sottovalutare, credi a noi. Se hai familiarità con videogiochi o game-app in cui il tuo personaggio è al centro dell’azione, personalizzarlo è ciò che lo fa sentire davvero tuo. E più sono le tue opzioni, più ti soddisfa.

Pensi davvero che il look e gli articoli indossati non siano una componente fondamentale in questo caso? Sbagliaaato!

Prendiamo un caposaldo della personalizzazione dei personaggi di gioco: The Sims. Il simulatore di vita per eccellenza ha fatto passi da gigante nello sviluppo dei Sim versione dopo versione, ovviamente grazie anche agli sviluppi tecnologici. È in The Sims 3 e The Sims 4 che è avvenuto il salto di qualità: body shapes, controllo millimetrico dei lineamenti del viso, tantissime carnagioni e così via.

E indovina un po’ chi si è affacciato su The Sims 4 con uno stuff pack esclusivo poco più di un anno fa? Moschino. Non dovrebbe sorprenderti, era solo questione di tempo. Infatti una recente patch del gioco ha aggiunto un’ampia selezione di makeup firmata MAC, e i rumors lasciano intendere che le novità non finiranno certo qui.

Parliamoci chiaro: chi non vorrebbe i suoi brand preferiti in un simulatore di vita? È un sogno che si realizza.

Oltre a questo esempio lampante, come anche Louis Vuitton x LoL o Valentino su Animal Crossing: New Horizons di cui abbiamo già parlato, ci rendiamo conto senza problemi di quanto la personalizzazione sia radicata nei GDR. Dalla scelta dei look di Arthur Morgan in Red Dead Redemption 2, agli accessori personalizzati da aggiungere su Call of Duty o Rainbow Six Siege, non c’è genere che possa sottrarsi all’enorme potere persuasivo della personalizzazione.

Quindi quali sono i vantaggi per un gamer? Uno l’abbiamo già citato negli articoli precedenti (qui): essere più consapevole della propria immagine, in caso di live streamer, e acquistare autorevolezza e popolarità tra i propri follower.

E in tutti gli altri casi, godere di una personalizzazione a 360° del proprio scenario di gioco e del proprio personaggio, con la possibilità di utilizzare articoli firmati dai propri brand preferiti.

Adesso che la realtà virtuale non è più una dimensione estranea della nostra vita ma ne è parte integrante, seguendoci ovunque siamo in grado di agganciarci al WiFi, ogni piano della nostra quotidianità è portato naturalmente a legarsi agli altri. Così essere di tendenza diventa importante anche giocando, un nuovo modo per esprimere sé stessi anche virtualmente.

Un modo molto divertente, secondo noi.

Ma siamo di parte.